The Students for Humanity Review

October 26, 2017

Secondo uno slogan pubblicitario divenuto celebre, per cambiare i mondo bisogna solo essere “abbastanza folli da credere di poterlo fare”; secondo Malala Yousafzai, pakistana di appena 20 anni, invece, bastano un bambino, un insegnante, una penna e un libro.

“Education first” è il messaggio chiave della sua lotta in difesa dei diritti civili, la chiave per il cambiamento.

Costretta a vivere in una realtà dominata dalla violenza indiscriminata a opera dei talebani, da un’ermetica chiusura nei confronti dell’esterno e delle “oscenità” occidentali e in cui è stata instaurata un tipo di società maschilista e patriarcale, Malala comprende l’importanza dell’istruzione, del saper sfruttare le potenzialità di un libro e di una penna, perché i libri ampliano gli orizzonti, offrono spunti di riflessio...

Please reload

Post in evidenza

Working for Wasa: what you already know, what you have always wondered and what you might not expect about Students for Humanity’s project

November 8, 2019

1/10
Please reload

Post recenti

April 18, 2020

April 10, 2020

April 3, 2020

March 31, 2020

March 10, 2020

February 25, 2020

February 19, 2020

Please reload

Copyright © 2017 Students for Humanity

Desk Volontariato - Sportello Unico, Piazza Sraffa 13 Milano

as.studentsforhumanity@unibocconi.it