The Students for Humanity Review

November 9, 2017

“E mi domando cosa siamo, noi, se mangiando un mandarino a tavola, d’inverno, non sentiamo il sapore amaro della prigionia”

Yvan Sagnet

Muti, indifesi, cittadini di nessun luogo, impauriti, invisibili.

Vite svuotate di senso da una filiera produttrice di schiavitù e morte. Sono le vittime di un fenomeno che per anni si è tentato di mantenere in ombra attraverso un processo di negazione e che per anni ha prodotto ricchezza dalla miseria: il caporalato.

Il caporalato feroce, “l’intermediazione illegale tra lavoratore e datore di lavoro”, che rinchiude i lavoratori in veri e propri ghetti a pagamento, in cui tutto ha un prezzo e nulla è dovuto, non il rispetto di un contratto di lavoro, non l’assistenza di un medico in caso di bisogno, neppure la possibilità di lasciare il ghetto senza essere sot...

Please reload

Post in evidenza

Working for Wasa: what you already know, what you have always wondered and what you might not expect about Students for Humanity’s project

November 8, 2019

1/10
Please reload

Post recenti

April 18, 2020

April 10, 2020

April 3, 2020

March 31, 2020

March 10, 2020

February 25, 2020

February 19, 2020

Please reload

Copyright © 2017 Students for Humanity

Desk Volontariato - Sportello Unico, Piazza Sraffa 13 Milano

as.studentsforhumanity@unibocconi.it