press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/9

LA SCUOLA VTC DI WASA

La missione del Progetto Working for Wasa è aiutare la scuola VTC (Vocational Training Center) del villaggio di Wasa a raggiungere un buon livello di educazione, garantendo allo stesso tempo un appropriato tenore di vita, e a raggiungere l'autosufficienza economica.

La storia del VTC

Nel 2014, l’associazione ha deciso di concentrare le proprie energie nella creazione e gestione di una scuola (un Vocational Training Center, ovvero il corrispettivo di un istituto professionale italiano) all’interno della missione del villaggio. L’educazione è il miglior modo in cui l’associazione studentesca può portare dei benefici a lungo termine all’intero villaggio. L’obiettivo del progetto è diventato garantire un buon livello di educazione di secondo grado alle giovani generazioni, soprattutto a coloro che non possono permettersi le “costose” scuole presenti nella zona.

Cos'è il VTC?

Presso il VTC, gli studenti seguono un percorso di studi pratico della durata di tre anni, in cui con dedizione si impegnano ad imparare un mestiere (falegnameria, muratura o sartoria), oltre agli insegnamenti canonici di matematica e inglese. Al momento, le materie pratiche sono insegnate da tre docenti che Students For Humanity ha scelto di stipendiare mensilmente ed equamente. Le lezioni di matematica e inglese invece sono tenute dai due padri della missione (Baba Stanislaus e Baba David), i quali vengono sostituiti durante i mesi estivi dai volontari, per consentire loro di stabilire un contatto quotidiano con gli studenti.

 

La scuola al momento ospita più di 65 studenti, i quali soggiornano all’interno della missione per circa 10 mesi all’anno. Tra di essi, circa la metà sono ragazze. Questi numeri ci rendono particolarmente orgogliosi: agli albori del progetto i banchi della nostra scuola erano occupati interamente da studenti maschi (ed erano solo una decina nel 2014!), mentre dal 2018, dopo una dovuta revisione del progetto, un numero crescente di ragazze è stato ammesso agli studi. Dal 2014, oltre al crescente numero di studenti e all’ammissione delle ragazze, la scuola si è evoluta drasticamente, e molti obiettivi sono stati raggiunti.

I corsi

Tramite gli insegnamenti offerti dal VTC, gli studenti hanno la possibilità di imparare le varie tecniche del mestiere, potendo così sviluppare competenze pratiche direttamente spendibili una volta terminato il percorso di studi. I corsi pratici al momento sono tre:

Muratura

I muratori ottengono commissioni da tutto il villaggio. L’ultimo grande progetto a cui si sono dedicati è la costruzione del Workshop, ovvero l’edificio per le lezioni di muratura, il quale rappresenta uno dei requisiti imposti dalle autorità locali affinché la scuola venga registrata, e quindi riconosciuta a livello nazionale.

WhatsApp Image 2022-03-18 at 6.09.18 PM (1).jpeg
WhatsApp Image 2022-03-18 at 6.09.17 PM.jpeg
WhatsApp Image 2022-03-18 at 6.09.18 PM.jpeg

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/4

Falegnameria

I falegnami lavorano su commissione degli abitanti locali e per esigenze della scuola, e sono riusciti a costruire il tetto delle case commissionate al VTC di Wasa. Inoltre, essi stanno lavorando sulla costruzione di telai per porte e finestre per il laboratorio di muratura.

Sartoria

Tramite questo corso, le sarte si sono preoccupate di cucire le divise per la St. Monica, una scuola gestita da suore situata all’interno della mission Wasa. Inoltre, fabbricano vestiti che vengono venduti in un negozio gestito dalla scuola, e il cui ricavato viene utilizzato per lo sviluppo della scuola stessa.

IMG_9556.HEIC

Questi tre corsi inoltre sono fonte di guadagno per la scuola. Infatti, molti dei lavori degli studenti di muratura e falegnameria sono commissionati e pagati da persone del villaggio, mentre i prodotti delle sarte sono venduti in uno shop. La maggior parte delle risorse raccolte viene reinvestita dal Baba nella scuola, principalmente per l’acquisto dei materiali utili per lo svolgimento dei tre corsi (in particolare nell’acquisto di legno). La restante parte è devoluta agli insegnanti, e una piccola quota viene destinata anche ai ragazzi che hanno lavorato sui vari progetti.